Benvenuti nella Perugia capoluogo del Cuore Verde d'Italia

Benvenuti nella Perugia capoluogo del Cuore Verde d'Italia

Come perugini ed umbri dobbiamo sentire forte il valore dell'ambiente e del paesaggio che ci circonda e che rappresenta un tratto identitario della nostra comunità. Di ciò occorrerà tener conto ogni qualvolta si dovranno prendere decisioni di ordine politico-amministrativo che coinvolgano direttamente o indirettamente paesaggio e territorio.
La lettura dei dati e l'esperienza quotidiana confermano che abbiamo superato, abbondantemente, livelli di guardia con riferimento all'inquinamento acustico ed

atmosferico: è quindi prioritaria una ristrutturazione ecologica della città, dove i temi del verde, delle infrastrutture, della mobilità, dell'urbanistica, dei servizi pubblici e dell'arredo urbano trovino una sintonia di obiettivi.

Alcuni dei punti in quest'ambito riguarderanno:

- Particolare sarà l'attenzione alla tutela dei corsi d'acqua, Tevere in primis, ed alla valorizzazione delle aree limitrofe. La collaborazione e la sinergia con le associazioni ambientaliste sarà ricercata, favorita, attuata. Determinata sarà la volontà di mantenere la città pulita ed ordinata nell'intero territorio comunale, così come rigoroso sarà il controllo sull'attività giornaliera di raccolta e trattamento dei rifiuti, effettuata dal soggetto gestore, incrementando concretamente la raccolta differenziata si da contenere al massimo il ricorso alle discariche.

- A tal scopo e nella ricerca di un maggior decoro per le nostre strade, intendiamo utilizzare in seno alla nostra acropoli, al posto dei “sacchetti volanti” -ben poco estetici- i cassonetti interrati, già sperimentati con successo in città italiane (quale Ravenna) ed estere (ad esempio, Lubjana). Tali contenitori, essendo interrati, contribuirebbero al contenimento di cattivi odori e consentirebbero un più accurato smistamento dei rifiuti differenziati che, nelle esperienze già in atto, è accompagnato da uno sconto sulla bolletta sulla nettezza urbana.
La precisa volontà sottesa a detto progetto è quella di incrementare la raccolta differenziata introducendo forme di premialità, quali una progressiva riduzione delle tariffe.

- Cura del verde urbano anche mediante contratti di sponsorizzazioni private e l'ausilio dell'associazionismo di quartiere.

- Al fine di riattivare un sano rapporto con la terra e con i suoi frutti s'intende realizzare in alcune aree cittadine i c.d. orti urbani, anche al fine di recuperare aree abbandonate.

- S'intende infine pianificare interventi di riconversione ad energie rinnovabili nel patrimonio edilizio pubblico. Sarebbe infatti sufficiente che l’Amministrazione promuovesse un largo utilizzo nei propri edifici pubblici (uffici, scuole, ospedali, impianti sportivi, ma anche capannoni delle aziende dei trasporti, impianti di riciclaggio, ecc…) delle tecnologie per la produzione di calore ed energia da fonti rinnovabili, per innescare un ciclo virtuoso che a fronte del m miglioramento nell’uso delle risorse vedrebbe migliorare la qualità dell’aria (meno impianti di riscaldamento = meno inquinamento), ma anche i bilanci dei vari Enti.

 

NOTA:

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei navigatori. Se decidi di continuare la navigazione accetti il loro uso. Per saperne di piu'

Approvo