Benvenuti nella Perugia delle idee e delle imprese

Benvenuti nella Perugia delle idee e delle imprese

Ripresa e rilancio della nostra economia, opportunità di lavoro che dobbiamo tornare a creare, rinnovate ambizioni di crescita e sviluppo in tutte le possibili direzioni sono il cuore del nostro progetto e le schede che precedono già provano a spiegarlo.
Riscoprirsi, nella generale difficoltà, autentica Comunità che sa reagire ricercando e sostenendo, insieme, quanto serve per rimettere in moto la nostra economia, tornando a far affluire e circolare nel nostro territorio quante più risorse, è il più

urgente obiettivo che ci dobbiamo porre.
Perugia è la città dove sono state pensate e realizzate le straordinarie avventure imprenditoriali degli Spagnoli, dei Buitoni, dei Servadio, tanto per citare i riferimenti più noti al mondo. Dobbiamo tornare a coltivare quella nostra speciale vocazione, ovviamente calibrata sulle caratteristiche ed opportunità che offrono gli attuali modelli economici, ma fondata ancora sulle idee, e sulla capacità e determinazione nel realizzarle.

- Va costituito un team comunale, organizzato anche coinvolgendo le principali associazioni ed istituzioni dell'economia perugina, che sia di immediato supporto a chi ha un'idea ed un progetto di nuova impresa che vorrebbe realizzare, da quella più semplice a quella più ambiziosa. Primo supporto capace di offrire tutte le utili indicazioni, comprese le opportunità offerte da bandi e finanziamenti europei, nazionali, regionali.
E’ realizzabile nell’arco di 8 mesi, senza spendita di risorse, se non quelle già esistenti nella struttura comunale, da formare ed organizzare con i più ampi raccordi indicati.
Le note difficoltà di accesso al credito sono un ostacolo che può diventare decisivo per rinunciare a realizzare quell’idea, che pure potrebbe dare anch’essa il suo utile contributo al rilancio della nostra economia. Si può, perciò, prevedere che sia la nostra Comunità a finanziare quel primo investimento che si rende necessario, con un contributo massimo di 150 mila euro, rimborsabili in 20 anni, a tasso 0 per i primi 10, con la sola rivalutazione Istat per i successivi 10.
Con i festeggiamenti del XX Giugno, alla Sala dei Notari, oltre alle tipiche celebrazioni, quali le iscrizioni all’Albo d’Oro, coloro che beneficeranno di quel nostro primo sostegno, ci verranno a raccontare qual è la loro idea, quale progetto di nuova impresa abbiamo promosso.
Progetto che può essere integralmente operativo nel tempo massimo di 1 anno, con il costo di 1 milione di euro e rimborsi da reinvestire per l’anno successivo (50 mila euro in più ogni anno) ad incremento di questo capitolo di spesa per tutto il quinquennio amministrativo.

- Più in generale, lo sviluppo economico della città passa per una maggiore attenzione alle esigenze del mondo imprenditoriale: -va reso più snello e veloce il servizio dello Sportello Unico delle attività produttive (anche grazie alla digitalizzazione che permea l'intero programma); l'Imu sugli immobili strumentali alle imprese va applicata in misura inferiore a quella ordinaria.

- Promozione di incubatori d'impresa, anche in cooperazione con le Università.

- Da ultimo si rappresenta la necessità di procedere ad un vero e proprio restyling delle aree industriali, con particolare attenzione ad aree attrezzate, segnaletica, verde pubblico, piste ciclabili ed un'illuminazione accattivante.

 

NOTA:

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei navigatori. Se decidi di continuare la navigazione accetti il loro uso. Per saperne di piu'

Approvo